don giulio farina


Vai ai contenuti

Chi siamo

e cosa possiamo fare per i malati Oncologici

Cara lettrice, caro lettore,

ho l’onore di presiedere il consiglio di amministrazione dell’Associazione Don Giulio Farina, fondata nel 1991 per rispettare le ultime volontà di un indimenticabile benefattore.
L’associazione non esisterebbe senza il sostegno concreto dei volontari che, con grande sensibilità e spirito di sacrificio, si prodigano per chi ne ha bisogno. Né potremmo continuare a investire in progetti qualificati e indispensabili (dalle borse di studio per la ricerca scientifica all’organizzazione di vari servizi utili all’Unità di Oncologia Medica del San Gerardo e ai suoi pazienti) senza il prezioso contributo di benefattori piccoli e grandi, dai privati cittadini alle aziende.
Per questo mi permetto di chiedere un aiuto anche a lei: ci dia una mano a passare parola per la ricerca di nuovi volontari e nuovi benefattori. Non bastano mai, né gli uni né gli altri. La Don Giulio Farina spera, con le sue iniziative, di alleviare i disagi di chi soffre. Non esiti a contattare la nostra reception, al 10° piano del settore A dell’Ospedale San Gerardo, per qualsiasi necessità.
Un cordiale saluto,

(Il Presidente)
Dott. Paolo Perego

Dal 1991 al fianco dei pazienti oncologici.

Fondata nel 1991 in memoria di Don Giulio Farina, parroco del San Gerardo di Monza dal 1984 all’anno della sua scomparsa (1990), l’associazione che porta il suo nome riflette le ultime volontà di un uomo che ai malati aveva dedicato tutte le sue energie e che ebbe la ventura di condividerne concretamente le sofferenze, ammalandosi a sua volta di cancro. Fino ai suoi ultimi giorni Farina fu un animatore di speranze, messaggero di serenità e persino di sorriso tra gli ospiti più provati dalla sorte: i malati di AIDS, i tossicodipendenti, i malati terminali di tumore.


In collaborazione con l’Unità di Oncologia Medica del San Gerardo di Monza.

L’associazione si occupa attivamente dei malati oncologici, integrando con molteplici iniziative le cure prestate dall’U.O. di Oncologia Medica dell’Ospedale San Gerardo di Monza. Con questa unità collabora in modo intenso e diretto, agevolandone l’operato con personale addetto ai servizi di segreteria, raccolta e gestione di dati statistici, archivio di cartelle cliniche, gestione degli appuntamenti (TAC, RMN, PET e altre diagnostiche), relazioni pubbliche per la raccolta dei fondi necessari.


Un gruppo di volontari instancabili.

La Don Giulio Farina non sarebbe nulla senza i suoi volontari. Sono loro che organizzano le varie iniziative per la raccolta dei fondi (concerti, mostre, serate teatrali, giochi, mercatini); sono loro ad accogliere gli ammalati nell’atrio del Day Hospital; e quando i pazienti oncologici necessitano di prestazioni ambulatoriali presso l’Ospedale (chemioterapia, radioterapia, visite di controllo etc.), spesso provvedono anche al loro trasporto.


Per l’informazione, la prevenzione, la ricerca.

Con l’aiuto dei suoi sostenitori, l’associazione promuove lo studio e la prevenzione dei tumori, anche attraverso l’elargizione di borse di studio per la ricerca di nuove modalità terapeutiche. Dal 2010 porta avanti, al fianco degli specialisti dell’Ospedale, un programma (Seno Sano) per divulgare nel territorio la conoscenza e la pratica dei metodi di prevenzione del tumore mammario. Sempre alla ricerca di nuove prospettive terapeutiche, nel 2011 ha sostenuto l’Unità di Oncologia in una serie di incontri, studi, conferenze sulla musicoterapia.


L’assistenza dello psicologo.

Ma le prospettive scientifiche, da sole, non bastano a rincuorare chi soffre, sebbene la ricerca continui a produrre risultati concreti e incoraggianti e si siano compiuti notevoli passi avanti negli ultimi anni. L’esperienza della malattia espone i malati oncologici e le famiglie a crisi che rendono spesso necessario l’intervento dello psicologo. Anche in questo senso la Don Giulio Farina si è impegnata seriamente, offrendo sostegno socio-psicologico ai pazienti e ai loro familiari con un’équipe multidisciplinare.


Progetti e investimenti per fare di più e meglio.

Nell’atrio del Day Hospital di Oncologia, che l’associazione ha contribuito a rendere più sereno e accogliente, i nostri volontari sono presenti con un servizio di reception per soddisfare le richieste dei pazienti in attesa, cercare di risolvere i loro dubbi e disagi, fornire informazioni utili sia a voce sia attraverso la distribuzione di stampati.


Torna ai contenuti | Torna al menu